Centro parrocchiale “Padre Ezechiele Ramin”

Regole per il parco parrocchiale


 

PatronatoIl 2 dicembre 1936 muore Mario Mazzucato, apostolo e benefattore della parrocchia. La famiglia del Cav. Vittorio Mazzucato in memoria del figlio Mario fa erigere la nuova sede della Casa della Dottrina Cristiana. Non essendoci ancora però l’Asilo, si decide intanto di utilizzarlo in parte per questo scopo. Un fatto importante per la vita della parrocchia fu l’arrivo delle Suore Francescane Elisabettine, le quali il 29 gennaio 1938 incominciarono la loro attività con un dopo-scuola nei locali dell’Asilo non ancora terminato. Sarà nell’anno seguente che incomincerà la vera e propria attività dell’Asilo: il 2 febbraio 1939 l’Ente Asili di Padova, per interessamento e la viva insistenza di Don Valentino Apolloni, accetta di assumere la gestione dell’Asilo, che utilizza le aule del piano terreno della Scuola di Dottrina Cristiana. Le suore così assumono un ruolo nuovo: due suore maestre si dedicano alla scuola materna, una viene destinata alla cucina e una quarta al dopo-scuola parrocchiale (al primo piano). L’inaugurazione ufficiale del nuovo complesso viene fatta dal Vescovo Carlo Agostini il 16 luglio 1940 (in pieno periodo bellico). In quell’occasione nell’atrio dell’edificio viene scoperta una lapide in memoria di Mario Mazzucato.
Dopo il passaggio della scuola materna alla nuova sede, di proprietà del Comune, in via Monte Frassenelle, il Consiglio Pastorale ha provveduto a sistemare a patronato il vecchio asilo.

 

 

————————————————-

Forse non tutti si sono accorti del dono di una famiglia della nostra comunità che ha offerto una targa / insegna per ricordare a tutti a chi è dedicato il nostro Centro parrocchiale. Il materiale trasparente fa così emergere un pensiero di Padre Ezechiele Ramin come pure un suo disegno a carboncino di “ragazzo che ride” e che invita alla gioia coloro che passano, entrano e vivono in questo luogo di formazione. Anche se si tratta di un cantiere aperto, le parole di questo martire dell’America Latina e della nostra terra padovana sono di augurio a tutti e di grande speranza.

24novembre2013
Abbiate un sogno.

Abbiate un bel sogno.
Il sogno di tutta la vita.
Sia il vostro sogno
che miri a rendere liete
non soltanto tutte le persone,
ma anche i loro discendenti.
Amo tutti voi e amo la giustizia
e per la giustizia basta la volonta’
di ogni persona,
basta la volontà come Chiesa,
come Comunità.



Padre Ramin

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.